Visualizzazioni totali

venerdì 2 maggio 2014

Zuppa Inglese -Very Special-

Buongiorno! Sono appena rientrata da una stupenda settimana di vacanza in Ungheria, a Budapest per la precisione e non riesco ancora a riprendere il ritmo della quotidianità. Dopo sei magnifici giorni spesi in un posto meraviglioso con la persona che ami è troppo difficile riuscire a riprendere i ritmi lavorativi e a concentrarsi. Quindi per oggi ho deciso di dedicare un pò del mio tempo al blog e di condividere questa ricetta con voi, visto che era da tempo che non riuscivo a farlo.
Il mio vizio di affezionarmi ai luoghi e alle persone rende i ritorni sempre così nostalgici, tengo nel cuore e nella memoria i meravigliosi parchi verdi sui quali ci siamo stesi a prendere il sole, l'imponenza e la maestosità dei palazzi, delle facciate e dei monumenti, la gentilezza e la discrezione di un popolo che ti fa percepire spesso le sofferenze che ha provato in passato, ma che con grande coraggio ed onore è riuscito a riscattarsi. I sapori forti e speziati dei piatti tipici, le lunghe, anzi lunghissime passeggiate per i ponti, per le piazze e le vie, i bagni alle terme e le serate nei cortili, il nostro bellissimo appartamento, un posto speciale nel quale ho vissuto con te quest'esperienza e nel quale mi piaciuto tanto rivivere insieme le esperienze del giorno precedente e programmare quelle del giorno futuro.Ciao Budapest..


Per la zuppa inglese che ho preparato nella giornata di Pasqua per il compleanno di mio padre ho usato:
Savoiardi
Crema Pasticcera
Crema al Cioccolato
Caffè
Alchermes
Lamponi
Mirtilli

 Ho usato uno stampo a cerniera. All'inizio ho messo tutto intorno uno strato di savoiardi interi, poi ho iniziato a fare i vari strati con i savoiardi tagliati a metà, bagnati prima con il caffè e poi con il liquore e ho messo uno strato di crema pasticcera, dopo ho fatto un secondo strato con i savoiardi sempre bagnati con il caffè e il liquore e poi ho messo la crema al cioccolato, cosi fino alla fine. L'ultimo strato l'ho decorato con i frutti di bosco. Ho tenuto la torta in frigo per una notte e la mattina dopo ho tolto la cerniera. Perfetta. Intorno avevo messo anche un nastro per tenere meglio i biscotti, ma comunque non ce ne era bisogno. Spero vi piaccia, perchè era deliziosa e nonostante tutti i dolci Pasquali ce la siamo finita.

Con questa ricetta partecipo al contest di Passione Commestibile - Preparami la torta per il mio secondo compleblog-

8 commenti:

  1. Wowwww! Ma certo che puoi partecipare al mio contest con questa meraviglia! La inserisco subito nella vetrinetta. Grazie mille

    RispondiElimina
  2. Bellissima presentazione....sono stata anche io 1 settimana a Budapest. Hai ragione: è davvero incantevole!

    RispondiElimina
  3. Ciao Elisa, complimenti è bellissima la tua zuppa inglese!
    Per quanto riguarda i rientri nostalgici ti capisco bene, per me ogni luogo e ogni viaggio racchiude in sè una caratteristica e una magia che mi dispiace lasciare, soprattutto sapendo che difficilmente tornerò nello stesso posto una seconda volta (nonostante la tentazione preferisco vedere sempre cose diverse).
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia! Hai ragione è così anche per me. Me ne vado sempre con tanta nostalgia sapendo che probabilmente non tornerò, perchè come dici tu preferisco vedere posti nuovi. Un abbbraccio.

      Elimina
  4. Ciao Elisa, eccomi qua come promesso :-)...bellissimo blog, complimenti!!! Son contenta di averti conosciuto e ricambio molto volentieri la visita!!! Buonissima la zuppa inglese, in questo periodo i dolci al cucchiaio sono l'ideale, ancora complimenti e a presto!!!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, troppo carina!! Anche io sono contenta!! A presto! :)

      Elimina